Workshop fotografico

WORKSHOP
GUIDO GUIDI

14 – 17 giugno 2012
Vecchia Pescheria, Savignano sul Rubicone

IL WORKSHOP
Un chilometro

“I critici che non sono fotografi spesso dividono la fotografia in due campi: uno è chiamato documentario, suggerendo che ha un accesso privilegiato alla verità e l’altro è chiamato creativo, o personale, o espressivo, suggerendo che ha un accesso privilegiato all’arte. I migliori fotografi certamente si sottraggono a questa dicotomia, capendo che rende un cattivo servizio sia alla verità sia all’arte, e anche alla integrità della fotografia, che senza distinzione di campi, è un metodo di descrivere come sembrano le cose” (1)

Propongo di utilizzare la camera fotografica, come strumento di osservazione analitico e straniante, per esplorare un percorso come tanti , ma scelto con accuratezza tra quelli più distanti dalle mete canoniche dei turisti o dei critici d’arte. Con dispiacere finiremo per escludere anche i percorsi battuti dagli innamorati, dagli artisti e dai fotografi in cerca di se stessi… Insomma un posto qualsiasi in cui spogliarsi della inibente intenzione di fotografare quel luogo per fotografare “in” quel luogo. La scelta delle fotografi e la messa in sequenza completeranno un processo di apprendimento teso a ravvivare le nostre percezioni rese opache dalle consuetudini e a riscoprire l’ethos della fotografi a: quello di educarci, come avrebbe detto o Moholy-Nagy, a una visione intensiva.

Guido Guidi
Cesena, 09_04_12

1 John Szarkowski, The Photographer in the Garden, in Viewing Olmsted, CCA/The MIT Press, Montréal 1996.

PROGRAMMA:
Il workshop è finalizzato a promuovere la cultura fotografica in Italia e si rivolge ai giovani fotografi interessati a sviluppare un’esperienza sul campo. Il programma di lavoro si svilupperà in quattro giornate nel corso delle quali i partecipanti, in un confronto costante con Guido Guidi e con i coordinatori del progetto giungeranno alla composizione di una sequenza fotografica.
Una selezione delle immagini realizzate dai partecipanti nella campagna fotografica sin_tesis lab#04 saranno raccolte nella pubblicazione del progetto sin_tesis e in una mostra nella prossima edizione del SIFest 2012.

Giovedì 14 Giugno
10.00 Ritrovo e registrazione partecipanti;
10.30 Linee guida del territorio a cura di Simona Roccoli. Introduce Antonio Sarpieri, assessore alla cultura;
11-12.30 Presentazione del progetto, introduzione Guido Guidi;
13.30-15.30 Lettura portfolio:
15.30-20.00 Campagna fotografica.

Venerdì 15 Giugno
8.00-14.00 Campagna fotografica;
14.00-15.30 Discussione e confronto;
15.30-20.00 Campagna fotografica
21.15 Conferenza pubblica di Guido Guidi

Sabato 16 Giugno
8.00-14.00 Campagna fotografica
14.00-15.30 Discussione e confronto
15.30-20.00 Campagna fotografica

Domenica 17 Giugno
8.00-14.00 Campagna fotografica
14.00 Conclusioni del workshop

SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO
Guido Guidi è nato a Cesena nel 1941. Nel 1959 si iscrive allo IUAV e poi al Corso Superiore di Disegno Industriale (una scuola sul modello del Bauhaus) a Venezia, vivendone il clima culturale. Segue tra gli altri i corsi di B. Zevi, C. Scarpa, L. Veronesi e I. Zannier. Inizia a fotografare nel 1956 e in modo continuo nel 1966. Dal 1989 è professore di Fotografia presso l’Accademia di Belle Arti di Ravenna e fa parte del comitato scientifico del progettoo Linea di Confine (Rubiera, RE). Dal 2001 insegna alla facoltà di Design e Arte a Venezia.
Ha esposto al Guggenheim Museum e al Whitney Museum di New York, al Centre Pompidou di Parigi, alla Biennale di Venezia e al Canadian Centre for Architecture di Montréal. Tra le pubblicazioni: Varianti (Art&, Udine 1995); SS9. Itinerari lungo la via Emilia (Linea di Confine, Rubiera 2000); per il Canadian Centre for Architecture di Montréal, Carlo Scarpa, Architect: Intervening with History (CCA – Monacelli Press, New York 1999) e Mies in America (CCA – Whitney Museum of American Art, New York 2001); In Between Cities (Electa, Milano 2003); Le Corbusier, Scritti (Einaudi, Torino 2003); Guido Guidi 19692004 (San Fedele Arte, Milano 2004); Guido Guidi PK TAV 139+500 (Linea di Confi ne, Rubiera 2006); Bunker. Along the atlantic wall (Electa, Milano 2006); Guido Guidi/Vitaliano Trevisan Vol. I (Electa, Milano 2006), Fiume (Fantombooks, Milano, 2010), A New Map of Italy (Washington, DC: Loosestrife Editions 2011), Guido Guidi, Carlo Scarpa’s Tomba Brion (Ostfildern: Hatje Cantz) 2011).
È presente nelle collezioni del Centre Pompidou di Parigi, del Canadian Centre for Architecture di Montréal, del SFMoMA (San Francisco Museum of Modern Art).

Info e Costi:
Gli iscritti saranno selezionati sulla base dei curriculum e una selezione di immagini (10 – 15 circa), in formato preview oppure sistemate in un pdf oppure visionabili on line (sito internet, facebook, istagram, ecc.), da inviare a produzione@savignanoimmagini.it entro il 26 maggio 2012.
Lunedì 28 maggio 2012 verrà confermata l’iscrizione tramite email.

Il workshop sarà attivato con un minimo di 8 partecipanti e fino ad un massimo di 15.

La quota d’iscrizione è di €uro 180,00.

Per la conferma della registrazione si chiede un deposito cauzionale di €uro 50,00 da eseguire mediante versamento a:
Cassa di Risparmio di Ravenna
IBAN: IT 74 V 06270 13199 T20990000709

Il deposito sarà restituito nel caso in cui il numero degli iscritti non sia raggiunto.

Nel corso delle giornate del workshop Guido Guidi sarà disponibile a visionare i portfolio dei partecipanti.

Segreteria:
Palazzo Vendemini,
Corso Vendemini 67 – 47039 Savignano sul Rubicone (FC)
Tel. 0541/944017 mailto: produzione@savignanoimmagini.it
Info e accoglienza: www.savignanoimmagini.it

La fotografia stenopeica

CS – Istituzione Cultura Savignano /
Savignano Immagini /
Associazione “Cultura e Immagine” Circolo Fotografico /

presentano
SAVIGNANO incontri 2012
(nel sito ufficiale il programma completo con le informazioni)

(Fotografia di Silvia Camporesi da “Sink or Float”, Censimento in immagini – SI FEST 2011 ©)

Incontri con l’autore
Rassegna di incontri con personaggi del mondo della fotografia

Venerdì 16 marzo 2012
… Daniele Cinciripini …

Inizio ore 21,15
Vecchia Pescheria, corso Vendemini 51 – Savignano sul Rubicone
– ingresso libero –

Daniele Cinciripini nasce a San Benedetto del Tronto, fin da giovanissimo si appassiona di fotografia bianco e nero. Scopre le antiche tecniche attraverso il Gruppo “Rodolfo Namias” di Parma, rimanendone affascinato fino a farne parte come autore specializzato in stampe al Platino/Palladio.
La crescita fotografica è stata alimentata dai laboratori di Savignano Immagini “Modus Vivendi” con Mario Cresci e “Sin_tesis” e dal il workshop con Rinko Kawauchi organizzata dall’associazione 3/3, Roma.Dal 2010 lavora a tempo pieno a progetti personali e per conto di associazioni di utilità sociale.
Dopo una stretta collaborazione come fotografo, dal 2011 diventa photo editor della rivista “PrimaPersona”, semestrale della Fondazione Archivio diaristico nazionale di Pieve Santo Stefano (Arezzo). La rivista dà voce ai diari dell’Archivio, ma anche al dibattito sui temi legati all’autobiografia.
L’attività fotografica è arricchita da pubblicazioni, premi e segnalazioni a concorsi nazionali e partecipazioni a mostre fotografiche sia personali che collettive. Tra i riconoscimenti più importanti: Fotoleggendo Roma 2011; “2° Portfoli della Strega” Sassoferrato 2011.; autore dell’anno 2010 – FIAF della regione Marche; vincitore di “Paesaggio del Lavoro 2009”; “2° Premio Internazionale Flavio Faganello” a RoveretoImmagini 2008; vincitore e Menzione d’Onore al 2° Concorso Città di Salerno.Conduce periodicamente corsi di “Platinotipia e Digitale”.
a seguire gli incontri con:
Antonella Monzoni …
Marcello Sparaventi …

Workshop

… Fare Arte 2 …
a cura di Silvia Camporesi
(posti disponibili n. 11)

… Pinhole photography fotografia stenopeica …
workshop tecnico-pratico sull costruzione e l’uso della macchina fotografica stenopeica
a cura di Mario Beltrambini e Sauro Errichiello
(posti disponibili n. 11)
Giornata mondiale della
fotografia stenopeica
… mostra fotografica, incontro-convegno, giornata del fotografo stenopeico, set fotografici …

Mostra fotografica
… Energia pulita e territorio …
Energheia – l’Ambiente: itinerari di riflessione e di scoperta

Lezioni e corsi di fotografia
… Photo book composition …
Impaginare con Adobe Indesign ©
a cura di Guido Fiorini
(posti disponibili n. 15)
PER INFO:

– Circolo Fotografico “Cultura e Immagine” BFI
Tel. 349-8623699 E-mail: info@culturaeimmagine.it
Sito internet: Circolo Fotografico Cultura e Immagine

– Istituzione Cultura Savignano
Corso Vendemini, 67 – 47039 Savignano sul Rubicone (FC)
Tel. 0541-944017 E-mail: cultura@savignanosulrubicone.com
Sito internet: Savignano Immagini

SI Fest , i premiati

Chiara Tocci

vince il primo

Premio Marco Pesaresi

SI Fest – Savignano Immagini Festival di Fotografia

11 settembre 2010

Il primo premio (borsa 5.000 euro) dedicato alla figura del fotografo Marco Pesaresi

è stato assegnato a Chiara Tocci, per il progetto “Life After Zog”

Denis Curti, Direttore dell’Agenzia Contrasto, ha annunciato il nome della vincitrice, della nona edizione, premio Marco Pesaresi, assegnando la borsa di studio del valore di 5.000 euro alla fotografa ventottenne Chiara Tocci che ha partecipato con un lavoro dal titolo: “Life After Zog”.

Un premio molto importante, anche sul piano personale. Denis Curti ha raccontato con una certa commozione le ragioni di un legame affettivo ancora molto forte tra il festival di Savignano, l’agenzia Contrasto e la figura di Marco Pesaresi. Dopo nove anni dall’istituzione del premio, il tema della lontananza presente nel lavoro vincitore, sembra particolarmente indicato a sottolineare lo stesso sentimento di lontananza conseguente agli anni successivi alla scomparsa di Marco Pesaresi.

Chiara Tocci, ventotto anni, è nata ad Acquaviva delle Fonti, in provicia di Bari e attualmente vive a Cardiff in Inghilterra, dividendo la sua vita professionale tra i due paesi. All’annuncio del premio si trovava in Galles. Il suo lavoro, “Life After Zog”, ha preso forma negli anni ’90 quando dalla costa pugliese assistiva agli sbarchi degli albanesi. Questo l’ha spinta a fare un viaggio per conoscere la storia di queste persone verso i loro luoghi d’origine a nord dell’Albania.

La giuria ha così motivato la decisione:

“Per la capacità dell’autrice di raccontare la sua ricerca con un insieme di lirismo e contemporaneità. Colpisce il linguaggio diretto e sincero verso il soggetto che diventa immediatamente documento”

Infine, ha continuato Denis Curti: “L’aspetto che ha colpito di più la giuria è stato il livello di indagine particolarmente alto riscontrato nei lavori presentati. Tutti i reportage presentati avevano il tratto comune di essere figli del loro tempo, assolutamente aderenti al momento storico che stiamo vivendo”.

PREMIO MARCO PESARESI – BORSA DI STUDIO
promosso da Savignano Immagini, Contrasto e Il Fanciullino di Isa Perazzini Pesaresi
con il sostegno di Fnac e Comitato Turistico di Torre Pedrera

Componenti giuria: Denis Curti, Mario Beltrambini, Carmelo Bongiorno, Christian Gattinoni, Paola De Grenet, Valeria Moreschi, Massimo Sordi.

http://www.facebook.com/savignano.immagini

Stefano Giogli (45 anni, Città di Castello – PG) con un portfolio dal titolo “L’unico a essere diverso eri tu” sul tema dell’adolescenza è il vincitore del Premio Si Fest/Portfolio 2010.

Si sono svolte ieri allo Spazio Incontri dell’Accademia dei Filopatridi le premiazioni della 19^ edizione del Savignano Immagini Festival, la tre giorni di fotografia le cui suggestioni saranno ancora presenti a Savignano sul Rubicone dove le mostre resteranno visibili fino al 3 ottobre 2010.

Il Si Fest 19 ha conferito il Premio SI FEST/Portfolio 10 al migliore portfolio tra quelli segnalati dai 34 esperti che nel corso delle giornate di festival hanno effettuato circa 400 letture, incontrando 130 fotografi. A queste vanno aggiunte le letture effettuate dall’Agenzia Parallelozero che ha selezionato portfoli per la sua nuova sezione Nominees Photographers (i fotogiornalisti individuati avranno un contratto di un anno con l’agenzia).

“Questo lavoro – ha detto Stefano Giogli – è nato come sfida. Volevo smitizzare l’idea negativa che si vuole dare degli adolescenti come disinteressati, tutti uguali, senza aspirazioni o sogni. Non è così”. Questa la motivazione della giuria: “Per la freschezza e l’originalità con cui l’autore ha trattato il tema dell’adolescenza. Nella serialità del lavoro colpisce la capacità con cui Giogli ha raccontato la diversa personalità dei ragazzi rappresentanti nei loro ambienti”.

Nella serata conclusiva sono stati assegnati anche gli altri due premi in palio: il premio Formazione è stato conferito a Simone Cerio (27 anni, Pescara) per il suo lavoro dal titolo ME FAL, sulla realtà di molte comunità albanesi ancora oggi sottoposte alle leggi tribali del Kanun, antico codice fondato sul diritto alla vendetta. Motivazioni della giuria: “Per la coerenza con cui l’autore è riuscito a rappresentare una storia poco nota di un paese vicino a noi geograficamente ma lontano culturalmente. La scelta stilistica contribuisce a restituirci la drammaticità di una situazione in cui ancora oggi vivono migliaia di persone”.

Fabrizio Ramon (48 anni, Busto Arsizio, VA) si è aggiudicato invece il premio HF – Distribuzione con un lavoro dal titolo Wrestlers, definiti gladiatori contemporanei, teatranti, personaggi in maschera che recitano un ruolo. Motivazione della giuria: “Per la capacità con la quale Ramon ha saputo raccontare un mondo poco conosciuto trasformando i protagonisti in icone di uno sprot che allo stesso tempo è spettacolo e finzione”.

Con le premiazioni si è concluso ufficialmente il Si Fest 19. Unanime l’apprezzamento ed il riscontro di pubblico, confermati anche dai numeri di questa edizione: circa 3000 visitatori hanno raggiunto Savignano sul Rubicone per accedere alle 17 mostre presenti al festival e incontrare autori, critici, esperti e rappresentanti del mondo della fotografia che hanno dato vita ai vari momenti. “Hanno contribuito al buon esito della manifestazione i molti momenti collaterali alle attività istituzionali” ha detto Paola Sobrero, direttore dell’ICS tracciando un primo bilancio “ricordiamo il Si Fest Off, il Si Fest Party e l’anteprima Made in Italy (sul Rubicone) per il quale ringraziamo Stefano Bellavista, la Notte bianca per la fotografia che ha riempito le piazze del centro storico protraendo fino a tarda notte l’atmosfera di festa”.

“Nonostante il momento di difficoltà generale che stanno attraversando gli enti pubblici – ha detto l’Assessore alla Cultura Antonio Sarpieri – la capacità di fare massa critica è stata determinante per il successo del Si Fest. Questo grado di adesione al progetto da parte delle forze economiche e sociali della città ci stimola a impegnarci sin da ora a pensare sempre più in grande, anche in vista della 20^ edizione che ci aspetta”.

“Il Festival – ha esordito l’imprenditore Giuseppe Zanotti parlando a nome degli sponsor che hanno contribuito alla realizzazione – ha regalato anche a noi la possibilità di entrare in questo mondo. La città è felice e anche noi sostenitori lo siamo, queste occasioni culturali offrono un importante incoraggiamento anche ai nostri giovani. Lunga vita al festival”.

“ Desidero ringraziare coloro che hanno lavorato – ha concluso il Sindaco Elena Battistini – dagli organizzatori agli sponsor, ma anche coloro che sono venuti a Savignano per partecipare al festival, dando così valore e importanza al lavoro fatto. Il nostro festival si è svolto in un clima di amicizia, serenità e condivisione. Per quanto mi riguarda, la 19^ edizione ha risposto a tutte le aspettative. Mi auguro di poter dare ancora maggiore stabilità a questa manifestazione partendo già dalla prossima edizione, la ventesima, e vorremmo poter già dire che sarà sicuramente all’altezza dell’anniversario che andremo a festeggiare”.

PREMIO SI FEST/Portfolio 10
Il migliore portfolio verrà pubblicato nella collana SI FEST Fotografi, edita da Pazzini Editore.

  • sarà in mostra al SI FEST 2011 e nello spazio espositivo di MiCamera a Milano che ne curerà la produzione insieme a The Photographers’Room.
  • il portfolio accederà alla selezione del Portfolio Italia 2010 per l’assegnazione di un premio di 1.500 euro e due premi da 500 euro (regolamento sul sito www.fiaf-net.it).
  • l’autore del portfolio vincitore sarà inserito in www.photoltd.it il muovo portale progettato e realizzato da Daniela Trunfio, nato per promuovere la fotografia italiana, un nuovo approccio al collezionismo e costruire un agile strumento di conoscenza della realtà fotografica italiana per curatori, galleristi e critici nazionali e internazionali.

Premio Formazione
Un autore selezionato parteciperà ad un workshop con Mark Steinmetz dall’1 al 3 ottobre 2010 organizzato da MiCamera.

Premio HF Distribuzione
All’autore del portfolio selezionato verrà attribuito di un buono di 500 euro per l’acquisto di libri fotografici a scelta tra quelli distribuiti da HF Distribuzione.

LE MOSTRE RIMANGONO APERTE FINO AL 3 OTTOBRE