Anteprime al Bellaria Film festival

Un grande affresco storico, ricco di retroscena e una notevole quantità di inediti fotografici, audio, video e documentali. Tale si presenta Liberate il Duce!, il film che il regista e documentarista Fabio Toncelli ha realizzato per la Rai e che andrà in onda su Rai 3 la prossima estate nell’ambito della serie La grande storia.
Il film sarà presentato in anteprima al Bellaria Film Festival di Bellaria Igea Marina (in programma dal 3 al 6 giugno) all’interno della rassegna Le opere e i giorni.
Il film ricostruisce la liberazione di Benito Mussolini dalla prigionia del Gran Sasso. Per la prima volta, a quasi settant’anni di distanza, è stato rintracciato e intervistato uno dei poliziotti di guardia all’hotel di Campo Imperatore. La sua è una testimonianza esclusiva che rivela quali fossero gli ordini (o meglio, l’assenza di ordini) che avevano i militari addetti alla custodia dell’ex capo del fascismo. Questa assenza di ordini spiega perchè non fu opposta alcuna resistenza ai tedeschi che prelevarono Mussolini. Il film mostra anche le foto, in prima assoluta, che questo poliziotto scattò sia prima che dopo la liberazione.
Il documentario contiene inoltre il racconto che lo stesso Benito Mussolini fece alla radio di Monaco il 18 settembre. I contenuti del discorso si conoscono ma per la prima volta si ascolta il racconto dalla viva voce del Duce. La registrazione è stata rintracciata da Toncelli in Germania.
Nel montaggio sono stati utilizzati brani inediti di filmati della liberazione, compresi i tagli di lavorazione dei cinegiornali dell’epoca. C’è anche la voce di Rachele Mussolini in una rara registrazione audio degli anni Settanta.

L’elenco degli inediti prosegue con la testimonianza di Willy Schimdt, il primo paracadutista tedesco che atterrò con gli alianti su Campo Imperatore, vide Mussolini alla finestra e gli urlò: “Duce, metti dentro la testa”.
Al Bellaria Film Festival il documentario sarà presentato venerdì 4 giugno alle ore 18 al Cinema Astra di Bellaria.
Giovedì 3 giugno al Piazza Club alle ore 16.30 verrà proiettato un altro film dell’autore, La battaglia di Cassino (2009).
L’autore Fabio Toncelli ha cominciato come sceneggiatore scrivendo insieme a Sergio Leone l’ultima sceneggiatura del grande maestro, Un posto che solo Mary conosce, non ancora realizzata. Ha quindi proseguito con una intensa attività di autore e regista di documentari per il mercato televisivo internazionale. I suoi prodotti sono trasmessi dai grandi network internazionali.

Tra le anteprime della 28° edizione del Bellaria Film Festival, in programma a Bellaria Igea Marina dal 3 al giugno 2010, c’è il film documentario Ustica – Tragedia nei cieli, presentato in collaborazione con Fox Channels Italy, una grande co-produzione internazionale diretta dal regista tedesco Hans von Kalckreuth. Nel 30° anniversario della strage che, il 27 giugno 1980, portò alla morte 81 persone in volo sopra il cielo di Ustica, il film – che sarà poi trasmesso da History Channel il 25 giugno -, ricostruisce l’intera storia di un evento le cui cause e la cui dinamica sono ancora oggi avvolte nel mistero. Al Bellaria Film Festival il documentario sarà presentato il 4 giugno.

La tragedia di Ustica rimane infatti uno dei più tragici e misteriosi eventi dell’Italia post-bellica. Fu un incidente oppure esplose una bomba a bordo dell’aereo? O è vera la tesi secondo la quale, sopra il Mar Mediterraneo, si svolsero le prove generali di una guerra che vide coinvolta l’aviazione francese e quella libica? Queste alcune delle tantissime domande che emersero durante le indagini, mentre avvenivano altri fatti inquietanti: il ritrovamento di un mig libico schiantatosi sulle montagne calabresi; alcuni dei testimoni della tragedia di Ustica morti in circostanze misteriose; insabbiamenti; false testimonianze. Quando all’inizio degli anni ‘90 il giudice Rosario Priore prese in mano l’inchiesta, si trovò di fronte ad un vero e proprio “muro di gomma”. Il documentario ricostruisce l’intera storia: da quanto avvenne quell’estate del 1980 alle diverse fase processuali, verificando con l’ausilio di esperti le diverse ipotesi che sorsero intorno alla tragedia. Tra le persone intervistate figurano il giudice Rosario Priore, il giornalista Andrea Purgatori che con le sue inchieste provò a far luce sulla disgrazia, lo storico svizzero Daniele Ganser, il generale dell’Aeronautica militare Enrico Pinto e Pasquale Diodato che nell’incidente perse la moglie, tre figli e la cognata.

DOC in TOUR

Documentari in Emilia-Romagna – per il terzo anno promuove la proiezione dei documentari nei cinema della regione e valorizza le sale d’essai quale luogo privilegiato per la visione del cinema documentario, un genere che vede crescere di anno in anno l’interesse del pubblico e della critica.

La terza edizione della rassegna, organizzata dalla Regione Emilia-Romagna, FICE Emilia-Romagna (Federazione Italiana Cinema d’Essai), Cineteca di Bologna – progetto Fronte del Pubblico – e D.E-R , associazione di autori e produttori che operano in Emilia-Romagna, si svolgerà dal 1 aprile al 31 maggio 2009 e vede coinvolte 26 città e 30 sale cinematografiche. 22 sono i documentari di autori e case di produzione emiliano-romagnole proposti, per un totale di 148 passaggi in sala. Oltre alle proiezioni, sono organizzati incontri con gli autori per parlare della loro esperienza cinematografica e dei temi trattati nelle opere.

A Ferrara due proiezioni sono state organizzate al Boldini, ma sicuramente la programmazione più “corposa” è questo fine settimana a Carpi:

Sabato 23 maggio
Lettere a casa di Claudio Lanteri
Auditorium Biblioteca Multimediale “A.Loria”, Carpi, ore 15
Signori professori di Maura Delpero
Auditorium Biblioteca Multimediale “A.Loria”, Carpi, ore 15.50
Educare a Gaza di Alessia Del Bianco
Auditorium Biblioteca Multimediale “A.Loria”, Carpi, ore 18
Code di lucertola di Valentina Giovanardi
Auditorium Biblioteca Multimediale “A.Loria”, Carpi, ore 19
OfflagaDiscoPax di Pierr Nosari
Auditorium Biblioteca Multimediale “A.Loria”, Carpi, ore 21

Domenica 24 maggio
Anno 2018: verrà la morte di Giuliano Bugani, Salvatore Lucchese
Auditorium Biblioteca Multimediale “A.Loria”, Carpi, ore 15
Sergov di Danilo Caracciolo, Roberto Montanari
Auditorium Biblioteca Multimediale “A.Loria”, Carpi, ore 16
Voci di donne native e migranti di Rossella Piccinno
Auditorium Biblioteca Multimediale “A.Loria”, Carpi, ore 16.50
Io c’ero. (Auto)ritratto di Mario Ferrario, pittore di Nico Guidetti
Auditorium Biblioteca Multimediale “A.Loria”, Carpi, ore 17.25
MdJ. Libertà in esilio di Lisa Tormena e Matteo Lolletti
Auditorium Biblioteca Multimediale “A.Loria”, Carpi, ore 18
Predappio in luce di Marco Bertozzi
Auditorium Biblioteca Multimediale “A.Loria”, Carpi, ore 18.50
Il sol dell’avvenire di Gianfranco Pannone
Auditorium Biblioteca Multimediale “A.Loria”, Carpi, ore 21

Il sito di riferimento è http://www.docintour.eu, dove trovate anche le trame e il bando di concorso per votare i documentari preferiti.