Odore di ferro e di cacao

Domenica 9 settembre 2012, presso il Giardino della Fondazione Zanandrea alle ore 17.30, l’Assessorato alla Cultura del Comune di Cento ha programmato un incontro con la scrittrice romana Alessandra Dragone che presenterà il suo ultimo romanzo “Odore di ferro e di cacao” edito nel 2012 dall’editore Baldini, Castoldi, Dalai – La tartaruga.

Il romanzo è ambientato a Cento negli aa. ’20 del secolo scorso, un libro ‘potente’, che fa rivivere uno dei periodi più controversi del Novecento: la miseria del dopoguerra, gli esordi del fascismo, le prime ondate di scioperi del biennio rosso, la diffusione del socialismo e dell’anarchismo. Un’opera sulla grandezza e sulla meschinità degli esseri umani, sulla possibilità di rispondere al richiamo della vita per lasciare traccia del nostro passaggio, a qualunque costo, oppure non farlo mai.

Presenterà l’incontro Annarosa Ansaloni.

copertina romanzo Odore di ferro e di cacao

La storia che ride

Giovedì 6 settembre 2012 alle ore 21.45 presso il Palco posizionato nel piazzale del Palasport di Cento (viale Santa Liberata) l’attore Vito leggerà i monologhi di Maurizio Garuti tratti in parte dal libro “Italiani! La storia che ride!” e anche da altre pubblicazioni dell’autore.

Una piacevole serata, organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Cento, durante la quale sarà possibile ascoltare le vicende e personaggi storici della grande famiglia italiana riscritte da Maurizio Garuti in forma satirica e lette dall’attore comico bolognese Vito, conosciuto da anni dal grande pubblico per la partecipazione alle trasmissioni televisive “Lupo solitario”, “Drive in” …

Nel reading letterario del 6 settembre verranno messe in rilievo i trucchi, le furbizie, l’eroismo e le viltà, le farse e le tragedie di parte degli italiani, il tutto nel rispetto ‘di come sono andate effettivamente le cose’.

Convegno sul restauro

RINFORZO E CONSOLIDAMENTO DI EDIFICI ESISTENTI IN MURATURA E C.A. :
Cento, zona Rocca, 7 Settembre 2012

PROGRAMMA DELLA GIORNATA

17:00 – 17:35:
Il sistema “TICORAPSIMO ®”: Cucire la Pietra con la Pietra.
L’ idea delle corde in basalto e la sperimentazione di laboratorio.

Prof. Ing. Enrico Quagliarini, Università Politecnica delle Marche
17:35 – 18:10:
Il sistema “TICORAPSIMO ®”: Cucire la Pietra con la Pietra.
Prove in situ a Onna (AQ) e simulazioni numeriche

Prof. Ing. Stefano Lenci, Università Politecnica delle Marche
18:10 – 19:00:
Il terremoto de L’Aquila:
Esperienze e tecniche di consolidamento alla luce delle normative attuali

Prof. Ing. Andrea Benedetti , Università di Bologna
19:00 – 19:30:
Pratiche e procedure tecnico economiche:
Come affrontare l’iter alla luce delle informazioni attuali e cosa aspettarsiI

Dott. Arch. Claudia Pierantoni, Libero Professionista – Città de L’Aquila

Durante l’incontro verrà distribuito materiale tecnico e informativo

Retauri Innovativi Tecnologici s.r.l.
Via Serra, 22 – 40012 Calderara di Reno (BO)
Tel. 051/725.763 – Fax 051/31.67.983
iscrizioni@restauroeconsolidamento.it

Concerto per l'Emilia

L’associazione “L’Aquila siamo noi” in collaborazione con il Conservatorio “Alfredo Casella ” di L’Aquila,
Comune di Cento e Fondazione Teatro G.Borgatti di Cento presenta

“CONCERTO PER L’EMILIA”

Mercoledì 25 luglio 2012 ore 21.30
Piazza della Rocca – Cento
Una grande serata di musica e solidarietà a favore del Comune di Cento

Una serata di sicuro impatto emozionale per ricordare, tutti insieme e ancora una volta, che i nostri desideri, le nostre speranze e i nostri sforzi avranno un concreto e tangibile lieto fine: dalla riapertura delle attività commerciali, alla salvaguardia delle nostre migliori tradizioni, oltre alla ricostruzione del tessuto sociale e della nostra nobile identità storica.

Protagonista della serata la Jazz Band del Conservatorio “Alfredo Casella” di L’Aquila, con la direzione del M° Giuliano Graziani che offrirà al pubblico centese un repertorio ricco di standard jazz. In programma musiche di Duke Ellington, Benny Goodman, Henry Mancini, Lalo Schifrin, Billy Preston, Beatles e Charlie Parker. Il concerto è gratuito.

L’evento è frutto di un’iniziativa congiunta e della sinergia tra l’Associazione L’Aquila Siamo Noi, il Conservatorio “Alfredo Casella” di L’Aquila, il Comune di Cento e la Fondazione Teatro G. Borgatti di Cento.

PER SAPERNE DI PIU’…

Il Conservatorio di Musica de L’Aquila, nato come sezione distaccata del Conservatorio di S. Cecilia nel 1967, ottenne il riconoscimento giuridico e la piena autonomia l’anno seguente, prendendo nome dal compositore e pianista Alfredo Casella. Il pianista e direttore d’orchestra Gherardo Macarini Carmignani e il compositore Domenico Guaccero, che diressero il Conservatorio nei suoi primi anni di vita, gli anni della più radicale contestazione studentesca, ne fecero una Scuola in cui tradizione e innovazione riuscirono a convivere in felice equilibrio.

In quarant’anni di attività, festeggiati nel 2008 con importanti celebrazioni, il Conservatorio “Alfredo Casella” ha mantenuto fede a questa impostazione e oggi offre ai suoi studenti, oltre ai tradizionali corsi di Strumento, Canto e Teatro musicale, Direzione d’Orchestra e Composizione, i corsi del Dipartimento di Nuove Tecnologie e Linguaggi Musicali, Musica Elettronica, Musica Antica, Musica Jazz, e il corso di laurea in Musicoterapia, attivato in collaborazione con l’Università degli Studi dell’Aquila. Presidente del Conservatorio è il Dott. Rinaldo Tordera. Il Maestro Bruno Carioti è direttore del Conservatorio dal 1998.

La Symphonic Band del Conservatorio “A. Casella” è nata per iniziativa del M° Giuseppe Berardini, concertista e docente di sassofono, poco prima del sisma che ha colpito la Città il 6 aprile scorso. Diretta sin dai primi concerti dal M° Marcello Bufalini, docente di direzione d’orchestra dell’Istituto, direttore e compositore, oggi è guidata dal M° Rinaldo Muratori, docente di esercitazioni orchestrali del conservatorio aquilano. Grazie al generoso impegno dei suoi promotori e dei docenti e studenti che la compongono, la Band è divenuta uno dei simboli della rinascita del Conservatorio; è stata invitata a tenere concerti a sostegno della ricostruzione a Sulmona, Avezzano, Tolfa, Teatro Flaiano di Pescara, Festival Internazionale di Tagliacozzo, ridotto del Teatro Comunale dell’Aquila e allo Stadio Olimpico di Roma il 20 giugno 2009, in occasione del concerto per L’Aquila “Corale” cui hanno preso parte i maggiori protagonisti della canzone italiana. A Roma si è esibita anche a Palazzo Colonna e in viale Mazzini, sede della Corte dei Conti.

Musica a Cento

SABATO 21 LUGLIO
Piazza della Rocca – ore 21.30
The Northamptonshire County Youth Orchestra
Concerto di musica sinfonica con una eccezionale formazione giovanile di 90 elementi provenienti dalla Gran Bretagna

GIOVEDÌ 26 LUGLIO
Piazza della Rocca – ore 21.30
LiveFleQBand
In Modo Jazz – Una semplice canzone
I grandi successi della musica italiana degli anni ’30 e ’40
VENERDÌ 27 LUGLIO
Piazza della Rocca – ore 21.30
IL TANGO, quella diavoleria…
Tante sfaccettature, tanti colori del Tango raccontati attraverso la musica, la poesia, le canzoni
Paola Contavalli, voce – Carmen Falconi, pianoforte – Pamela Falconi, flauto

LUNEDÌ 30 LUGLIO

Piazza della Rocca – ore 21.30 James Thompson
Un autentico fuoriclasse detta musica ci accompagna, in un coinvolgente viaggio attraverso le inflessioni f unk, rock, soul e caraibiche

GIOVEDÌ 9 AGOSTO
Piazza della Rocca – ore 21.30 JoeD’Urso
II grande “songwrìter” del New Jersey con la sua musica introspettiva e vibrante, le sue graffianti rock songs e appassionate ballads

MARTEDÌ 14 AGOSTO
Piazza della Rocca – ore 21.30 Quadro Nuevo
Canzoni e arie italiane e non reinterpretate in chiave jazz e swing

MERCOLEDÌ 12 SETTEMBRE
Piazza della Rocca – ore 21.30 Gloria Brown Turrini Set
Un voce graffiante e intensa propone i più conosciuti brani della musica nera
GIOVEDÌ 13 SETTEMBRE
Piazza della Rocca – ore 21.30 Born to Swing Jazz Orchestra
Un brillante complesso di tredici elementi esegue un vasto repertorio di brani jazz/swing dall’orìgine sino ai giorni nostri

Cento per Cento

L’articolo che riportiamo lo trovate sul mensile di informazione CENTOperCENTO, in distribuzione gratuita in edicola

Lo stemma araldico del Comune di Cento, che contiene gli stessi elementi di quello della Partecipanza Agraria di Cento – da cui deriva e più avanti dirò il perché di questa precisazione – ha come motto “Non semper ignotus” (Non sempre sconosciuto). Il motto appartiene alla famiglia delle negazioni che servono per affermare: infatti se non sempre Cento è stata sconosciuta, significa che sovente è stata nota per fatti che la riguardavano.
La notorietà, nel bene e nel male, è sempre un fatto di azione legato alla comunicazione. I due aspetti sono imprescindibili dalla comune presenza, perché l’assenza dell’uno può vanificare la veridicità dell’altro. Fatte queste precisazioni, sembra che il terremoto a Cento non ci sia stato perché nessuno se ne è accorto, se non i centesi. I grandi media televisivi parlano di tutte le località terremotate ad eccezione di Cento; il Capo del governo visita i tutti i luoghi colpiti dal sisma ad eccezione di Cento; il Presidente della Repubblica visita le aree terremotate e passa accanto a Cento senza degnarla di uno sguardo; il Papa viene nell’area colpita dal terremoto ed evita Cento con affettuosa premura.
Evidentemente, i responsabili della comunità centese hanno un peso specifico prossimo allo zero ed una capacità di comunicare assolutamente nulla. I responsabili della comunità centese sono il Sindaco Piero Lodi ed il Presidente della Partecipanza Agraria, Flavio Draghetti. Lasciamo fuori dal computo il Presidente della Cassa di Risparmio di Cento e la Presidentessa della Fondazione, solo perché negli ultimi anni l’Istituto ha assunto connotati che non sono più riconduci-bili al solo territorio centese.
Quindi, appare forte la responsabilità di Lodi e Draghetti nell’incapacità di comunicare esternamente la tragedia che ha colpito Cento, così come appa-re forte la loro incapacità di assumere iniziative per risollevare il territorio. Lodi in molti casi si è posto come ostacolo ad iniziative idonee a dare vigore alla ripresa, e si è trincerato dietro a cautele degne delle peggiori inerzie burocratiche. Draghetti non ha fatto proprio nulla mettendo in evidenza il niente sul quale sopravvive la Partecipanza, ma al vero, a ben cercare, qualcosa l’ha fatto: ha disposto di lasciare le porte aperte, affinché qualora arrivino nuove scosse, si possa fuggire più velocemente.
Fa-Remo e fa-Romolo, i gemelli Niente e Nulla del potere locale, stanno alla fine-stra mentre altri che fanno ed hanno le idee chiare già portano a casa aiuti concreti e realizzano iniziative efficaci.
Basti pensare che Ferrara è riuscita ad organizzare un “Palio della Solidarietà” ed a fare confluire su di esso aiuti provenienti da tutta Italia e dalla Germania. Eppure il Comune di Ferrara non è neppure inserito tra quelli terremotati, così come stabilito dal Decreto del Ministro dell’economia, relativo al sisma del 20 maggio 2012. Dov’era il Sindaco di Cento, che pare veramente privo di ogni peso anche all’interno del proprio partito, quando si organizzavano iniziative a favore delle aree terremotate ?.

Qualcuno, preso da sconforto ed incazzatura,   avrà pensato che stava avvitando lampadine rosse in qualche tenda di periferia. A proposito di tende e di tendopoli, Cento nell’area del percorso vita ospita uno deicampi maggiori che è sorto nella zona colpita dal sisma. Il campo, come diciamo in
altra parte del giornale, è un autentico gioiello ma serve quasi esclusivamente per extracomunitari di specifiche etnie.
Come mai, se la popolazione extracomunitaria somma al 15%, il campo è occupato da essa nella misura superiore al 90% ?.
Non sono misteri ma prese d’atto, come mai i cinesi non sono nella tendopoli e le popolazioni dell’est sono in gran parte già uscite, mentre pakistani, africani e magrebini non hanno alcuna intenzione di andarsene?.
Vuoi vedere che per qualcuno sono una risorsa, anche li ! Amen e Così Sia .

Mirco Gallerani (mircogallerani@libero.it)

Ospedale di Cento

Al fine di dare una informazione corretta a tutti i cittadini del territorio di Cento, la direzione del Distretto Ovest ricorda che l’ospedale SS. Annunziata di Cento è completamente operativo e sono infondate le voci che riportano la chiusura dei reparti di ortopedia, ostetricia e ginecologia. A dimostrazione che il proseguo delle attività al SS. Annunziata risultano di estrema importanza, proseguono a pieno ritmo anche i lavori dello schema direttore pensati per migliorare la qualità complessiva dell’Ospedale. In questi giorni, infatti, c’è stata la consegna lavori del cantiere che coinvolge ill reparto di cardiologia -terapia intensiva.
I lavori consistono nella ristrutturazione per ricavare il nuovo reparto di terapia intensiva. Sarà edificato un tunnel che collegherà due corpi di fabbrica (zona nuova ortopedia con ex medicina) per ricavare un  ingresso per il nuovo reparto e la prevista nuova cardiologia.
Verrà, inoltre, realizzato un nuovo ascensore che collegherà i tre piani e sarà di servizio al gruppo dell’emergenza (blocco operatorio, terapia intensiva).
I lavori rientrano nella  2^ fase dallo schema direttore dell’Ospedale di Cento e avranno la durata di 365 giorni continuativi. Tutte le nuove strutture saranno progettate e costruite secondo le normative antisismiche di Legge. I lavori sono stati affidati al R.T.I.: CoopCostruzioni di Bologna (capogruppo) e CIAB di Bologna (mandante).
Sono inoltre terminati i lavori della 1^ fase dell’appalto di ristrutturazione Medicina-Ortopedia col completamento della Nuova Ortopedia i cui locali sono stati occupati attualmente gli ospiti dell’LPA di Bondeno, trasferiti lo scorso 24 maggio, a seguito dei danni provocati dagli eventi sismici nella struttura “Borselli” di Bondeno.

A completamento delle informazioni si comunica che, dopo gli eventi sismici che hanno imposto la chiusura della sede del Distretto di Cento – via XXV Aprile –, sono stati inseriti al SS. Annunziata i  servizi di seguito elencati:

•    Ambulatorio commissione invalidi: Ospedale SS.ma Annunziata di Cento (ingresso via Vicini n.2). Aperto al pubblico il mercoledì dalle 9,30 alle 12. Telefono 051 6838259.
•    Medicina del Lavoro, Igiene pubblica e Igiene Alimenti e Nutrizione: contattare il  0532 235275.
•    Servizio Veterinario: contattare il 0532 205770.
•    Sportello Unico e servizio CUP: sono state attivate 7 postazioni aperte dal lunedì al venerdì.
–    Villa Verde:  piano terra – ex centro servizi. 3 postazioni aperte dalle 8,00 alle 13.30; e  2 postazioni aperte dalle 8 alle 18.
–    Ospedale di Cento – entrata principale, via Vicini. 2 postazioni aperte dalle 8 alle 13,30.
•    Ambulatorio vaccinazioni adulti e visite per patenti: palazzina pediatria di Comunità, con ingresso da via Vicini.

Non ha subito interruzione l’attività del Servizio Assistenza Domiciliare che si trova ora collocata presso la palazzina della pediatria di Comunità – ingresso via Vicini, 2. Ospedale di Cento.

Riapertura attività produttive

Circolare esplicativa “Disposizioni per favorire la ripresa delle attività produttive” di cui al decreto 74/2012.

Ripristino mercato contadino del martedì e del mercato settimanale del giovedì a Cento.
Come comportarsi per richiedere l’agibilità e segnalare danni.
Delocalizzazione temporanea attività economiche per anagibilità locali. Leggi tutto


Disposizioni per la riapertura delle Attività Produttive – Decreto Legge 74/2012

Le aziende che hanno subìto danni in seguito all’evento calamitoso possono ripristinare le sezioni produttive nel rispetto dei requisiti e delle prescrizioni individuate nelle autorizzazioni ambientali vigenti, comunicando all’autorità competente le modifiche non sostanziali e possono procedere immediatamente alla realizzazione delle modifiche comunicate previa autocertificazione del rispetto delle normative ambientali.

Verifica di Sicurezza

Il titolare dell’attività produttiva (responsabile della sicurezza dei luoghi di lavoro) deve:

  • acquisire la certificazione di agibilità sismica rilasciata da un professionista abilitato;
  • depositare tale certificazione al Comune territorialmente competente.

I Comuni trasmettono periodicamente alle strutture di coordinamento istituite a livello territoriale gli elenchi delle certificazioni depositate.
Le asseverazioni presentate saranno considerate ai fini del riconoscimento del danno.
La verifica di sicurezza dovrà essere effettuata entro 6 mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto (G.U. n°131 del 7 Giugno 2012).

Il livello di sicurezza dovrà essere pari “almeno al 60%” di quella richiesta a un edificio nuovo. Tale percentuale deve essere raggiunta, qualora siano necessari interventi di miglioramento sismico, entro ulteriori 18 mesi.

Agibilità

Il certificato di agibilità sismica non può essere rilasciato in caso di:

  • mancanza di collegamenti tra elementi strutturali verticali e elementi strutturali orizzontali e tra questi ultimi;
  • presenza di elementi di tamponatura prefabbricati non adeguatamente ancorati alle strutture principali;
  • presenza di scaffalature non controventate portanti materiali pesanti che possono, nel loro collasso, coinvolgere la struttura principale causandone il danneggiamento e il collasso;
  • eventuali altre carenze prodotte dai danneggiamenti e individuate dal tecnico incaricato, o dopo che tali carenze siano state adeguatamente risolte.

Delocalizzazione delle Attività Produttive

E’ autorizzata la delocalizzazione totale o parziale delle attività in strutture esistenti e situate in prossimità delle aziende danneggiate.

Per ottenerla le aziende devono:

  • autocertificare il mantenimento dei requisiti e delle prescrizioni previsti nelle autorizzazioni ambientali in corso di validità;
  • devono presentare entro 180 giorni dalla delocalizzazione la documentazione necessaria per l’avvio del procedimento unico.

I procedimenti di delocalizzazione totale o parziale delle attività e di ricostruzione con modifiche sostanziali delle aziende danneggiate dagli eventi sismici sono soggetti a:

  • nuova autorizzazione unica ambientale
  • procedure di VIA ed AIA
  • procedimento unico di cui al D.P.R. 160/2010.

Leggi la Circolare Esplicativa al Decreto 74/2012



ORDINANZA DEL CAPO DI PROTEZIONE CIVILE SULLA SEMPLIFICAZIONE DI RICHIESTA AGIBILITA’

L’ordinanza del Capo Dipartimento di Protezione Civile n. 2 del 2 giugno 2012 stabilisce che il titolare dell’attività produttiva, che è responsabile della sicurezza secondo il dlgs 81/2008, deve acquisire la certificazione di agibilità sismica a seguito della verifica di sicurezza prevista dalle normesismiche vigenti, fatta da un professionista abilitato, e deve depositarla nel Comune territorialmente competente.
Il provvedimento viene applicato nei comuni interessati dagli eventi sismici dal 20 maggio 2012 e che sono individuati nell’allegato 1 dell’ordinanza.
I Comuni trasmettono periodicamente alle strutture di coordinamento istituite a livello territoriale gli elenchi delle certificazioni depositate.

Informazioni: SUAP – tel. 051 6843336; email: suap@comune.cento.fe.it



MODULO DI SEGNALAZIONE DANNI

Riservato alle AZIENDE artigianali e industriali per segnalare danni causa sisma, da sottoporre alla Provincia di Ferrara.
Inviare il modulo via Fax 051 6843331 oppure Email a: suap@comune.cento.fe.it .


MERCATI SETTIMANALI

Ripristino del mercato settimanale di Cento, da giovedì 14 giugno: si terrà in viale Santa Liberata, Piazzale Donatori di Sangue e Piazzale della Rocca.
Spostamento del mercato del lunedì a Renazzo: da piazza Lamborghini a via Bagni
Spostamento del mercato del sabato a Casumaro, dal 9 giugno all’11 agosto: da piazzale Donatori di Sangue al piazzale adiacente al Cimitero

Attenzione!

Lo Sportello Unico per le Attività Produttive si è spostato in via Farini (presso il Comando di Polizia Municipale).
Riceve solo su appuntamento nelle giornate di martedì e giovedì, dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.30.
Per fissare l’appuntamento chiamare il numero 051 6843336 oppure scrivere all’email: suap@comune.cento.fe.it

Normativa di riferimento

Allegati

Cento, scuole chiuse in anticipo

SCUOLE CHE HANNO TERMINATO ANTICIPATAMENTE L’ANNO SCOLASTICO:

  • Scuola dell’Infanzia di XII Morelli
  • Scuola dell’Infanzia di Alberone
  • Scuola dell’Infanzia di Buonacompra
  • Scuola dell’Infanzia di Casumaro
  • Scuola Primaria “G.Rodari” di Cento
  • Scuola Primaria di Corporeno
  • Scuola Primaria di Alberone
  • Scuola Primaria di Casumaro
  • Scuola Primaria di Reno Centese
  • Scuola Primaria di XII Morelli
  • Scuola Media di Casumaro*
  • Liceo Ginnasio “G.Cevolani” di Cento – la sola sede di Corso Guercino

*fatta eccezione per le classi III per cui l’attività didattica sarà effettuata nella sede di Cento di via Dante Alighieri da lunedì 28 maggio 2012 e sarà attivato un servizio di trasporto scolastico gratuito, dalla sede della Scuola Media di Casumaro alla Scuola Media “Il Guercino” di Cento.

A seguito della scossa del 29 TUTTE le scuole sono state chiuse anticipatamente.

Franco Fontana, route 66

Sabato 12 maggio – ore 18.00
Renazzo, Museo “Sandro Parmeggiani”
Inaugurazione della mostra fotografica
FRANCO FONTANA: ROUTE 66
Oltre 150 scatti dedicati alla leggendaria Route 66, un autentico mito eletto a vero e proprio monumento nazionale americano.
Nell’ambito dell’iniziativa
IL MITO DELL’AMERICA NELLA PERIFERIA EMILIANA. SULLA STRADA DA WOODY GUTHRIE A SPRINGSTEEN PASSANDO PER DYLAN

Maggiori informazioni

Da lunedì 7 a domenica 13 maggio
Cento, Archivio Storico comunale
Nell’ambito dell’iniziativa
QUANTE STORIE NELLA STORIA
Settimana della didattica in Archivio

Bruno Vidoni alias Roger Walker: finzione o realtà dell’immagine
Presentazione alla cittadinanza della ricca donazione di immagini e documenti che testimonia l’intensa attività del compianto fotografo centese.
maggiori informazioni


Anticipazioni prossimi eventi

Giovedi 24 maggio, ore 21.00
Auditorium Centro Pandurera
Nell’ambito dell’iniziativa
IL MITO DELL’AMERICA NELLA PERIFERIA EMILIANA. SULLA STRADA DA WOODY GUTHRIE A SPRINGSTEEN PASSANDO PER DYLAN

Concerto dedicato a Bob Dylan
Ingresso gratuito

Domenica 20 maggio, ore 10.30
Cento, Rocca
Inaugurazione della mostra storico-documentaria
CAMPANE E CAMPANARI NEL BOLOGNESE E NEL CENTESE. UNA TRADIZIONE SECOLARE

Domenica 27 maggio, dalle ore 9.30 alle 17.30
Cento, centro storico
52° RADUNO NAZIONALE CAMPANARI
incontri, conferenze e esibizioni dedicati all’arte campanaria