Lega masochista

Follia pura

Così titola Il Manifesto di oggi:

«Putin è un killer». Biden a testa bassa accusa il presidente russo di aver tentato di modificare l’esito delle presidenziali: «Pagherà un prezzo alto». Mosca richiama l’ambasciatore. Toni da guerra fredda, mentre Cina e Usa in Alaska provano a trovare un’improbabile intesa

Ma come? non aveva vinto Biden?

Usque tandem?

Ciò che è accaduto negli ultimi giorni ha dell’incredibile:
1) Esplode lo scandalo delle mascherine e il commissario Arcuri si trova coinvolto per aver appaltato a tre consorzi cinesi la realizzazione di 800 milioni di pezzi per una spesa complessiva di 250 milioni di euro, una parte dei quali spesi in realtà per comprare ville, yacht e gioielli.
2) Il professor-katanga Massimo Galli viene sbugiardato pubblicamente dal suo stesso ospedale, il Sacco di Milano, sul numero falsato dei contagi da “variante inglese” e sul numero delle terapie intensive occupate da supposti malati covid.
3) L’igienista e attore mancato Walter Ricciardi continua ad invocare ossessivamente il lockdown ma, per ora inascoltato dal nuovo governo, minaccia le dimissioni.
4) Il virologo catodico Roberto Burioni pubblica un post nella sua pagina Twitter nel quale afferma che le varianti non sono così pericolose come si vuol fare credere e che rappresentano solo una moda che serve a terrorizzare.
Insomma, ci sono tutti gli elementi per fare saltare l’enorme show in cui sono tenuti i cittadini con la paura e il terrore da oltre un anno, ma la gente continua a dormire sonni profondi. Quanto potrà ancora durare un manicomio del genere?

https://www.ariannaeditrice.it/articoli/cio-che-e-accaduto-negli-ultimi-giorni-ha-dell-incredibile

Bufera

Garavaglia contro Speranza: “Nell’ordinanza sullo sci è mancato il rispetto dei lavoratori”. Il Pd: la Lega è al governo, trovi le soluzioni: così titola La Stampa di oggi.

E’ arrivata la bufera

Agenda 2030

Quando allo stato di paura e di atonia subentrerà il caos economico quella parte di sanità malata che si è piegata a questo disegno e gli ha tenuto bordone capirà quanto ha sbagliato a tradire il giuramento, perché sarà letteralmente spazzata via. E tuttavia rimane da risolvere il problema del gregge, della facilità con cui le persone vengono manipolate, della loro paura a disobbedire anche di fronte ad ordini assurdi che oltre a limitare gravemente le libertà personali, mettono in pericolo l’intera vita, le aspirazioni, le imprese familiari, il lavoro, i rapporti umani, la dimensione sociale, il futuro.

Anime morte

Anna Lombroso per il Simplicissimus

Quando si legge un titolo come questo (il Sole 24 Ore): “Spread in discesa, Borsa e banche volano. I mercati festeggiano Draghi”, si capisce che tutto è perduto, che si rinnova l’atto di fede nei confronti della divinità, le cui regole sono ormai assimilate e leggi naturali, che si celebrano i suoi riti (lo spread)  e si onorano le sue caste sacerdotali (le agenzie di rating).

Se poi al clima di esultanza generale si aggiunge una dichiarazione di questo genere “”La mossa del presidente della Repubblica Sergio Mattarella è stata una mossa di grande intelligenza e responsabilità che ha spiazzato le forze politiche“, per bocca del segretario generale della Cgil, si capisce che, come avevamo sospettato, il nemico era in casa, si era accomodato alla nostra tavola, aveva svuotato il nostro frigorifero, sceglieva i programmi televisivi e usava il nostro bancomat, dopo che era andato in piazza con Confindustria il Primo Maggio, aveva favorito la conversione del sindacato in agente di vendita delle consulenze del  Welfare aziendale, aveva digerito sia pure lentamente la cancellazione dell’articolo 18, mentre era stata più veloce la assimilazione della riforma Fornero  e del Jobs Act.  

leggi tutto su https://ilsimplicissimus2.com/2021/02/03/le-anime-morte/

MES e Recovery

Ma non siete stufi di trovarvi nel piatto, senza lenticchie, tutta questa aria fritta, o meglio fried air, confezionata da chi manda i figli nei college, si cura nelle cliniche, accumula incarichi e prebende in libero regime di conflitto d’interesse, delocalizza ( i 475 miliardi che imprenditori italiani hanno speso all’estero per impiantare linee produttive se fossero stati investiti nel paese avrebbero generato 2,6 milioni di posti di lavoro), rinomina i crimini chiamandoli transizione ecologica e rivoluzione Hi Tech, con la lingua dell’impero o con il gergo dei fantocci bocconiani, per abbellire sopraffazione e sfruttamento, quelli che hanno voluto la scuola come anticamera della servitù specialistica, e convertito la servitù già brutta in schiavitù?

Marasma

Fonte: Debora Billi

Ho conosciuto Luigi Di Maio ad aprile 2013. Nella stanza che condividevamo Nicola Biondo ed io, arrivò questo ragazzetto che era già Vicepresidente della Camera ma sembrava ancora, appunto, solo un ragazzetto. Parlammo un po’ con lui e poi quando uscì, con Nicola ci guardammo ridendo: “Dai che abbiamo trovato il candidato leader, finalmente!”.
7 anni fa, nel m5s, il problema era: chi diamine ci mettiamo a fare il leader e il candidato premier, se si va ad elezioni? Nel 2020, il problema è sempre quello. Nessuno è all’altezza, nessuno ha la personalità o le capacità, nessuno ha il sangue freddo di prendersi una simile gatta da pelare. Per carità, di candidati se ne trovano a iosa, tutti pensano di essere grandi statisti incompresi. Ora ci sarà da ridere, qualora si formi un direttorio o un comitato centrale o quel che l’è: chiunque resti escluso, ricomincerà con la solfa della dissidenza, delle minacce di uscita e degli attacchi a mezzo stampa. Suggerirei di fare un comitato di 300 “capi”, così sono tutti contenti e se ne stanno buoni almeno per un po’.

https://www.ariannaeditrice.it/articoli/luigi-di-maio-la-caduta-del-katechon