Non ci stiamo

di MARTINA CARLETTI

Quello che deve essere chiaro, chiarissimo a tutti, è che la nostra non è una battaglia per rispondere a discriminazione e violenza con la stessa brutalità: non si combattono le ingiustizie considerando chi ha voluto fare il vaccino, o non ha potuto decidere diversamente, qualcuno di diverso o sbagliato rispetto a noi.

Migliaia di persone sono state discriminate, obbligate a subire TSO sul proprio corpo, e hanno subito l’imposizione molto spesso senza poter rinunciare al salario o per non abbandonare i propri anziani.

Non ci siamo candidati per continuare con questa guerra fratricida: i nostri nemici sono coloro i quali hanno organizzato la guerra tra poveri, ed hanno convinto le persone, con un ben assestato lavaggio del cervello, che fossimo “untori”.

Non ci metteremo al loro livello: siamo qui per unire, pacificare, ristabilire la giustizia ed applicare la Costituzione.Iscriviti al nostro canale Telegram

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.