Panico?

Fonte: Massimo Fini

Sarebbe meglio dichiarare che in Italia la Costituzione è sospesa sino a data da destinarsi. Non solo perché da due anni sono state abolite quasi tutte le libertà costituzionalmente garantite, ma perché è saltato l’intero impianto istituzionale. Il Parlamento, che dovrebbe essere l’asse portante di una democrazia, è scavalcato dai continui decreti legge i quali, a loro volta, sfuggono al Consiglio dei ministri perché i titolari dei vari Dicasteri ne vengono informati cinque minuti prima che siano emessi e quindi, di fatto, senza poterli leggere. Approvano al buio. Decidono Mario Draghi e i suoi cari. Di passata: su Mario Draghi si è rovesciata un’adulazione che non avrebbe fatto piacere nemmeno a Lui perché eccessiva e controproducente, Roberto Napoletano ha presentato a Tg24 di Sky, una televisione un tempo interessante e che ora si è appiattita su qualsiasi ‘communis opinio’, un libro intitolato: “Mario Draghi. Il ritorno del Cavaliere bianco”, che dovrebbe far arrossire non solo chi l’ha scritto ma anche chi lo legge.

Cerchiamo di rifare la storia dall’inizio. Con l’occasione, o il pretesto, della pandemia si è cominciato col mutilare la libertà di circolazione garantita dall’art. 16 della Costituzione. Ma mentre noi dovevamo restare tappati in casa o c’era permesso al massimo di fare il giro dell’isolato ( non più di 200 metri, ricordate?) colui che nel frattempo aveva fatto cadere irresponsabilmente il governo in piena pandemia con motivazioni risibili, unico caso in Europa a eccezione dell’Olanda ( dove però il Premier Rutte si era dimesso e per ragioni molto più serie ), vale a dire Matteo Renzi si librava in volo verso l’Arabia Saudita o andava a vedere un Gran Premio di Formula Uno. Da notare che questa mossa di Renzi, paralizzando il governo Conte, ci ha fatto perdere tre settimane nella lotta alla pandemia.

Si è proseguito nel solito modo obliquo imponendo di fatto i vaccini, ma in maniera surrettizia, vietando il lavoro a chi non si è voluto o non si vuole vaccinare. Sarebbe stata più onesta una legge che dicesse a chiare lettere: “il vaccino è obbligatorio” ma il governo non ha avuto il coraggio di emanare una legge così apertamente liberticida.

Adesso si è giunti a vietare le manifestazioni dei no vax anche quando si svolgano del tutto pacificamente. Il pretesto è sempre quello: sono occasioni di contagio. E la grande manifestazione pro Cgil di sabato 16 ottobre che cos’era? Io credo che esista un diritto a vaccinarsi ma anche a non vaccinarsi. C’è molta gente che rifiuta pregiudizialmente ogni vaccino, ma anche avere pregiudizi è un diritto, ce n’è però anche altra che ne ha semplicemente paura. E non ha tutti i torti. Report ci ha fatto sapere che agli over 80 è stata somministrata una dose doppia di Moderna, cioè a 30 o 40 mila persone già “fragili” per conto loro. Se non sono rimasti stecchiti sul colpo per overdose questo potrebbe accadere benissimo fra un mese o tre mesi o più oltre ancora. C’è anche stato detto che i vari vaccini avevano efficacia per sei mesi poi si è scoperto che la copertura era molto minore, due o tre mesi e che comunque essere immunizzati non impedisce di prendere il Covid-19 nelle sue varianti. Dovremo quindi vivere facendo richiami in continuazione con tutto lo stress che ciò comporta?

L’ex ministra svedese della Salute Lena Hallengren  ( la Svezia non ha fatto lockdown ) ha detto che i conti veri di questa pandemia si faranno tra due o tre anni. Si dovrà innanzitutto calcolare quanti malati di patologie ben più gravi, tumore per esempio, non hanno potuto essere curati perché l’attenzione era tutta concentrata sul Covid o non hanno potuto avere diagnosi in tempo utile. Ci sono poi persone, soprattutto giovani ma non solo, a cui il lockdown ha provocato problemi di salute gravi: anoressia, depressione, nevrosi. Fra i giovani dagli 11 ai 18 anni, cioè i preadolescenti e gli adolescenti, il ricorso agli Ospedali pediatrici è aumentato del 20 per cento. Molti di noi, essendoci impedito di muoverci, sono diventati obesi e l’obesità è una porta spalancata alle malattie cardiovascolari, all’ infarto, all’ ictus.

Le misure liberticide sono state giustificate col fatto che siamo in uno “stato di guerra”, tant’è che il generale Francesco Paolo Figliuolo, “Commissario straordinario per l’emergenza Covid-19”, che ricopre un ruolo civile, va in giro in tenuta militare.

Il Covid come la guerra? Ma non diciamo cazzate. La seconda guerra mondiale ha provocato dai 65 ai 70 milioni di morti, in un’area relativamente ristretta, Europa e Giappone. Al momento i morti di Covid in tutto il globo, tenendo nel conto anche i paesi che non hanno fatto alcuna profilassi perché avevano altro di più serio cui pensare, sono circa lo 0,06 per cento della popolazione del globo che è di 7 miliardi e 800 milioni. Poniamo pure che senza le misure di contrasto alla pandemia i morti, in questo macabro conto, sarebbero raddoppiati, triplicati, quadruplicati, quintuplicati. La percentuale fa lo 0,32 per cento. Cioè per tutelare lo 0,32 per cento della popolazione, in generale vecchi con due o tre patologie pregresse, e che lockdown o non lockdown, vaccino o non vaccino, sarebbero morti di lì a poco, abbiamo bloccato il 99,7 per cento della popolazione.

In realtà più che una pandemia di Covid c’è stata una pandemia di panico.

4 pensieri su “Panico?

    • Occorre insomma non soltanto il desiderio di tornare indietro che è ormai impossibile, ma una nuova teoria e strategia politica che dia senso all’andare avanti per riprendersi i diritti strappati in decenni di declino e impedire che gli assetti di potere possano degenerare al punto estremo che stiamo vedendo. Quindi una teoria fondata sull’eguaglianza quanto meno come grenz begriff, sulla redistribuzione, sui diritti sociali che come oggi vediamo con chiarezza sono assolutamente necessari per garantire quelli individuali.
      https://ilsimplicissimus2.com/2021/11/09/lotta-di-lunga-durata/

      "Mi piace"

  1. La colpa è di chi ha fatto diventare tutto il Paese la Calabria dell’Europa, una propaggine pigra e indolente dei territori parassitari del Mediterraneo, da criminalizzare punire per il suo superstite e deviato istinto di sopravvivenza, per la sua ribellione a leggi tante severe, indebite e ingiuste da istigare all’inosservanza e a un sviluppo così iniquo e disuguale da ispirare trasgressione e ribellione.
    https://ilsimplicissimus2.com/2021/11/09/il-tempo-del-bastone/

    "Mi piace"

  2. A volte si prova un’amara soddisfazione quando le previsioni più fosche e le profezie più inquietanti si avverano, perché almeno si sgombra il campo dagli equivoci e si può rivendicare, con il fatidico ve l’avevo detto! di aver visto giusto.

    Il provvedimento in vigore da oggi consiste nella completa attuazione di quella visione della sicurezza maturata in forma bipartisan nei cervelli occupati dall’ordoliberismo dei partiti dell’arco costituzionale, tutti ormai partecipi esplicitamente o surrettiziamente nell’avvicendarsi degli esecutivi a garanzia della governabilità, del progetto di un ordine pubblico inteso a dividere i cittadini secondo due distinte categorie. Quelli, cioè, meritevoli di appartenere al consorzio civile che vanno rassicurati legittimandone il sospetto, il risentimento fino alla sete di vendetta nei confronti degli altri, gli ultimi, siano irregolari, poveri, dissidenti, potenziali insurrezionalisti e terroristi, oggetto di criminalizzazione ed emarginazione perché offendono il decoro al reputazione della nazione, da conferire negli angoli invisibili, in ghetti e lager non solo amministrativi, ad aggiungere collera, disperazione, miseria dove ce n’è già in attesa che i fuochi di pogrom e di crociate di straccioni divampino dando luogo a doverose repressioni.
    https://ilsimplicissimus2.com/2021/11/10/da-oggi-e-vietato-essere-cittadini-156652/

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.