Riepilogando

Fonte: Italicum

Dal crollo della cosiddetta Prima Repubblica, avvenuta per via giudiziaria, l’Italia ha subito l’attacco alla propria indipendenza economica dopo aver perso quella politica l’8 Settembre 1943. Fino al 1992, la nostra era la quinta potenza industriale del mondo e le aziende italiane, sia pubbliche che private, erano presenti e molto competitive su tutti i mercati internazionali. Le inchieste della magistratura hanno spazzato via buona parte della vecchia classe politica lasciando fuori dai processi i dirigenti del P.C.I., destinati evidentemente a subentrare alla guida del paese, a dimostrazione di come ci fosse una strategia ben precisa dietro queste azione giudiziaria. I comunisti hanno sempre nutrito un odio profondo verso la nazione per cui fornivano ampie garanzie di procedere con determinazione all’azione di smantellamento dell’economia italiana. Da questo momento è iniziata la svendita delle nostri migliori aziende e la distruzione sistematica della nostro tessuto economico e sociale. Neanche l’imprevisto, rappresentato da Berlusconi, ha potuto impedire che si perseguisse questo obiettivo. Lo scopo del Cavaliere, infatti, era quello di tutelare le proprie aziende e le inchieste della magistratura lo hanno reso malleabile, convincendolo a sostenere il governo Monti, ad accordarsi con Renzi, ad approvare il MES, cedendo a veri e propri ricatti ma salvando Mediaset. Sorge perfino il dubbio che una figura come la sua, ricattabile e non proprio limpida, abbia fatto molto comodo per disinnescare i voti di quegli elettori che mai avrebbero votato a sinistra.

Con l’avvento della Seconda Repubblica l’Italia ha dovuto subire l’attacco alla lira da parte di Soros, gestito in modo pessimo da Ciampi, che ha fruttato allo speculatore enormi guadagni oltre la laurea “honoris causa“ incredibilmente conferita dall’università di Bologna per volere di Prodi. Quest’ultimo, poi, da presidente dell’IRI ha letteralmente regalato le nostre aziende di settori strategici a compratori esteri. L’accoppiata, Ciampi-Prodi, ha inferto poi un altro durissimo colpo alla nostra economia, in occasione dell’adozione dell’Euro, accettando un cambio che ci ha penalizzato enormemente e le cui conseguenze paghiamo ancora oggi. Il giudizio sulla loro azione, risultata devastante per la nostra economia, può essere valutata solo ed esclusivamente come frutto di incompetenza o corruzione, tertium non datur!

Da venticinque anni la volontà popolare è stata sistematicamente disattesa. Ogni volta che il centro–destra è uscito vincitore dalle elezioni, agenti esterni hanno impedito che governasse: la prima volta con l’avviso di garanzia a Berlusconi notificato mentre presiedeva il G8 a Napoli, la seconda con l’attacco finanziario portato per mezzo dello spread. Dall’ultimo decennio del secolo scorso l’Italia è stata governata dalla Sinistra o da governi cosiddetti tecnici, con presidenti del consiglio mai eletti: Monti, Letta, Renzi, Gentiloni, lo stesso Conte, non hanno avuto l’investitura popolare, ma sono arrivati a formare dei governi soltanto grazie a intrighi di palazzo.

leggi tutto su https://www.ariannaeditrice.it/articoli/l-attacco-all-italia-viene-da-molto-lontano

7 pensieri su “Riepilogando

  1. Lo stato di emergenza sanitaria, proclamato lo scorso 31 gennaio dal Presidente del Consiglio Giuseppe Conte dopo i due casi di coronavirus registrati a Roma, e in scadenza il 31 luglio, è stato prorogato di altri sei mesi.

    Questo è ciò che affiora dalla bozza del decreto rilancio anti crisi, allo studio del Governo e ormai prossimo alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

    Nei giorni scorsi era stata la Protezione civile a chiedere la proroga dello stato di emergenza in scadenza il 31 luglio 2020.

    "Mi piace"

  2. A livello globale, le conseguenze cliniche del Covid 19 sono vicine a quelle di una influenza stagionale severa (con un tasso di letalità dello 0,1%) che abbiamo già sperimentato in precedenza – nel 1957 e nel 1968 – senza bloccare voli intercontinentali, né distruggere in modo irreversibile l’economia, e senza rinchiudere in casa per settimane la popolazione sana, restringendone le libertà personali e politiche con metodi polizieschi inauditi, prima, fra noi. Uno stato autoritario sempre più oppressivo e arbitrario e dannoso e sempre più accettato dalle masse (che denunciano chi non porta la mascherina), con la prospettiva dello stato d’emergenza- così comodo per il potere neo-dittatoriale – prolungato fino a sei mesi, e la “previsione” certissima che in autunno il virus “tornerà” e bisognerà di nuovo farsi rinchiudere.
    https://www.maurizioblondet.it/commissione-ue-ecco-il-suo-progetto-di-vaccinazione-totale/

    "Mi piace"

  3. Darebbe conto altresì della costituzione della Commissione Colao da parte del governo, in pratica sostituzione del parlamento, composta da esperti fiduciari dei capitali sovranazionali interessati ad approfittare della situazione, come detto sopra. Potrebbe anche essere la ragione per la quale il governo insiste che concederà la normalità solo quando vi sarà il vaccino, e al contempo manda i Nas a inquisire i medici di Mantova che hanno messo a punto una cura sierologica che minaccia i profitti di Big Pharma.
    http://marcodellaluna.info/sito/2020/05/10/comunicato-23-presidente-vi-teniamo-docchio/

    "Mi piace"

  4. Ma, soprattutto non dobbiamo accettare questo scarico di responsabilità da parte della sfera politica, la quale sta nascondendo la propria inadeguatezza e le proprie pulsioni totalitarie dietro ad una raffazzonata scientocrazia, ovvero dietro ai dettami di quella selezionato combriccola di “esperti” la cui scienza non ha nulla di scientifico ma è portato dell’ agenda politica dei loro padroni, creando il cortocircuito di una politica che finge di dipendere da una scienza monodimensionale la quale, a propria volta, dipende da una determinata visione politica (e abbiamo già visto queste contorsioni quando, nella veste di tecnici, vi erano “Les Economistes”).
    https://www.ariannaeditrice.it/articoli/la-jatrocrazia-come-malattia-terminale-della-scientocrazia

    "Mi piace"

  5. "Mi piace"

  6. Per la terza volta consecutiva nell’ultimo mese un video di Byoblu viene oscurato, senza avere apparentemente violato alcuna norma. Questo avviene per fantomatiche “segnalazioni”. Da dove arrivano queste segnalazioni? Non esiste democrazia senza la possibilità di confrontare idee e opinioni diverse. Noi andiamo avanti, come dev’essere e come sempre sarà. Ma chiediamo con forza che il Governo relazioni sull’attività della cosiddetta Task Force contro le Fake News: cosa stanno facendo? Esiste un report delle loro attività? Sono loro che segnalano a Youtube i contenuti da rimuovere? Come cittadini di una democrazia nella quale esiste un Governo che dispone della libera circolazione delle opinioni, crediamo di avere il diritto (visto che i processi equi non vanno più di moda) di sapere se c’è qualcuno che emette sentenze di condanna e poi ne dispone l’esecuzione.
    Claudio Messora

    "Mi piace"

  7. È che su in alto intendono così il distanziamento sociale, come approfondire sempre di più lo spazio e dunque le disuguaglianze tra chi ha e vuole sempre di più e non è disposto a rinunciare a nessun privilegio, come avesse ereditato in via dinastica o meritato il diritto a possedere spogliando chi sta sotto, e chi ha sempre meno, a chi non avrà nulla nemmeno la possibilità di fare castelli in aria, e nemmeno quelli di sabbia.

    https://ilsimplicissimus2.com/2020/05/13/piano-focaccia-stessa-spiaggia-stesso-male/

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.