Povera Italia!

Fonte: Italicum

Plaude l’Unione europea e arriva anche la benedizione di Trump. E Conte, genuflesso ai Poteri Forti declama:“Sarà un governo inclusivo e filo Ue”. 

 

Così parló il presidente di una sparuta parte d’italiani a tutto il Paese:
“Il Presidente della Repubblica ha il “dovere ineludibile” di verificare se in parlamento esiste una maggioranza…”
VERO!

Ma non è ozioso rammemorare ogni tanto qualche pagina di storia, ad esempio quella sull’ascesa del fascismo.

Caduto il debole governo Facta, dopo un periodo di scioperi (il cosiddetto biennio rosso, 1919-20), caratterizzato da violenza e illegalità diffusa cui esso non era riuscito a porre rimedio, e che aveva visto gli squadristi fascisti in contrapposizione ai socialisti, ai sindacati e alle leghe contadine, il 29 ottobre 1922 Vittorio Emanuele chiede formalmente a Mussolini di formare il nuovo esecutivo, nel rispetto delle norme previste dallo Statuto Albertino. Il primo governo Mussolini, al quale partecipano anche ministri liberali, ottiene il voto di fiducia di un ampio fronte parlamentare che va dalla maggioranza dei liberali al partito popolare (306 voti favorevoli e 116 contrari). Utilizzando i poteri costituzionali, tra il 1922 e il 1925, Mussolini svolge un sistematico processo di fascistizzazione dello Stato, delle sue strutture e del suo ordinamento, gettando le basi della dittatura. Pertanto in questa fase egli agisce entro le previsioni della normativa vigente. La dittatura si annida dentro le maglie della legge dove inizia la cova del suo mostro.

E torniamo a noi: il 9 agosto 2019 Matteo Salvini stacca la spina del governo glialloverde, chiedendo di andare ad elezioni.
Colpa della Lega, colpa di Salvini!? Siamo seri, non è certo stato lui a volersene andare, col 38% alle europee ed una serie innumerevole di importanti vittorie nelle amministrazioni locali! Al contrario lo hanno isolato in Italia mediante i cosiddetti alleati di governo che, all’apparenza inspiegabilmente, più perdevano consensi più divenivano arroganti finché, con l’elezione della Von der Leyen alla presidenza della Commissione europea, hanno gettato la maschera: si sono alleati col PD nel sancire il volto della dittatura liberista ed in tal modo a Bruxelles sono riusciti, restando nelle maglie della Costituzione, a buttar fuori dal governo italiano Salvini, reo di difendere i confini della sua patria e di cercare di tutelarne gli interessi, contro quelli dell’asse di Aquisgrana, così come annunciato in campagna elettorale ed in virtù dei poteri che il ministero da egli ricoperto gli conferiva.
Ecco il capolavoro del potere!

Infatti a questo punto l’inciucio è fatto: PD e 5S si accordano per estromettere Salvini, mantenere le poltrone ed andare al potere senza il voto o addirittura contro il voto popolare ( proprio il PD, che negli ultimi 10 è stato al governo 6 anni senza vincere le elezioni)!

La successiva mossa di Conte è quella di non rassegnare le dimissioni e far gestire la crisi a Mattarella (sic!) il quale parlamentizza la crisi stessa e, manco a dirlo, esperito il teatrino delle consultazioni, conferisce a Conte, fresco dei fasti del G7, l’incarico di formare il Conte bis!

Ma sarebbe erroneo ritenere che costoro siano mossi soltanto dall’attaccamento alla poltrona, questo costituisce l’aspetto soggettivo e meno grave. Costoro, i burattini di Bruxelles, che hanno calpestato la volontà del 38% del popolo italiano, agiranno per portare a termine l’opera già intrapresa, appunto secondo i desiderata di Bruxelles che ben conosciamo: banche, lavoro, migrazione, delocalizzazione, svendita del patrimonio pubblico, desovranizzazione e quindi de democratizzazione, aziendalizzazione integrale della scuola con distruzione della cultura classico formativa, e patrimoniali volute dalla classe dominante liquido-finanziaria per massacrare i già martoriati ceti medi…

Plaude l’Unione europea e arriva anche la benedizione di Trump. E l’amico di Soros, Junker, supera tutti, paragonando Conte a Tsipras che infatti tradì il proprio popolo, portandone lo scalpo a Bruxelles.

Plaude l’Olimpo finanziario con lo spread calante e il festoso giubilare dei mercati apolidi.

E Conte, genuflesso ai Poteri Forti quindi improvvisamente incoronato da parte dei potenti quale grande statista, da funzioni notarili che aveva, declama:“Sarà un governo inclusivo e filo Ue”, dando, lui sì, prova di forbito eloquio, per dire che sarà un governo servo di Bruxelles e coi porti sempre aperti, al fine portare a termine la terzomondizzazione dell’Europa via Italia, secondo i desiderata dei deportatori di schiavi dall’Africa. Già da oggi puntualmente ecco giungere navi cariche di donne e infanti, per smentire l’accusa che i migranti siano tutti giovani maschi prestanti, ecco la vigliacca strategia di chi non si fa scrupoli ad usare persino i neonati a scopi propagandistici per far accettare, mediante la deportazione travestita da falso umanitarsimo, la finalità di rendere il mondo un piano liscio per lo scorrimento di merci e persone, con evidenza queste ultime, non a caso chiamate dalla neolingua dei mercati “risorse”, ridotte a merci.

leggi tutto su https://www.ariannaeditrice.it/articoli/il-governo-ursula-ovvero-l-avvocato-del-diavolo

7 pensieri su “Povera Italia!

  1. E di Giuseppe Conte, cosa ci hanno detto i mass-media? Che è un avvocato di Foggia, un professore universitario, nonché un devoto di Padre Pio da Pietrelcina. Benissimo. Ma cosa non hanno detto? Che è sempre stato un uomo di sinistra, già vicino al PD e presente in Parlamento dal 2013, cioè da sei anni, con un incarico piuttosto importante, quello di vicepresidente del Consiglio di presidenza della giustizia amministrativa; e inoltre un protetto del cardiale Achille Silvestrini, recentemente scomparso: il quale Silvestrini, per chi ancora non lo sapesse, era il regista della mafia di San Gallo, quella che ha mandato a casa Ratzinger e taroccato l’elezione di Bergoglio. Non dicendo queste cose, si è fatto in modo che ciò che poi è accaduto, il ribaltone dell’estate e la nascita del Conte Bis, non più sovranista ma europeista e immigrazionista, non più populista ma progressista, fosse impensabile e imprevedibile, e che il campo rimanesse libero per la doppia capriola mortale del premier, passato da turista della politica, digiuno di giochi e giochetti, a espertissimo e scaltrito navigatore dei meandri più oscuri del Palazzo, rotto alle astuzie più raffinate. Che strani questi giornali che non informano, questi telegiornali che non dicono, questi giornalisti che non fanno il loro dovere.
    https://www.ariannaeditrice.it/articoli/te-la-do-io-la-piattaforma-rousseau

    "Mi piace"

  2. Ma chi è Giuseppe Conte? E’ un ragazzo che ha studiato al Collegio Nazareth di Roma, tenuto da una fondazione di un cardinale del Vaticano. In questo collegio vengono fatti studiare dei ragazzi che poi saranno quelli che faranno gli interessi del Vaticano in giro per il mondo. E chi è stato il capo di questa fondazione, negli ultimi anni? Il cardinale Achille Silvestrini. Stranamente, il più grande protettore di Giuseppe Conte è morto proprio ora, nel giorno del reincarico a Conte. Ma i poteri vaticani non tremano: creeranno comunque una sostituzione, come fanno da 2700 anni.

    Ma chi era Silvestrini? Era il potere della curia romana dietro ad Andreotti. Questo lo sanno tutti quelli che si occupavano di quelle cronache. Da chi prendeva ordini, Andreotti? Dal cardinale Silvestrini, uno dei capi della curia romana. Che era il discepolo, il successore del potentissimo cardinal Casaroli.
    Silvestrini è stato anche quello che ha manovrato perché i gesuiti arrivassero al potere, con l’elezione di Bergoglio: quindi, in questa ultima fase Silvestrini è stato un uomo ancora più potente, se possibile. Era anziano, certo, ma restano i suoi. Chi sono? Uno di loro, sempre nel Collegio Nazareth dove studiava il buon Conte, faceva il direttore: monsignor Pietro Parolin.

    Chi è, oggi? E’ l’uomo più potente della Chiesa dopo Bergoglio, in questo momento: è il segretario di Stato del Vaticano. E’ quello che strillava in tutti i modi, appena Salvini diceva qualcosa. E’ quello che, anche se gesuita non è, rappresenta il nuovo potere gesuitico. E con lui c’è una serie di altri uomini, legatissimi a Conte. Gli esperti di Vaticano sanno (e qualcuno l’ha anche scritto) che Conte, probabilmente, è in Italia il professore più introdotto e più appoggiato dal Vaticano
    https://www.ariannaeditrice.it/articoli/conte-il-nuovo-andreotti-e-le-manovre-dell-antico-potere-che-rappresenta

    "Mi piace"

  3. Il sovranismo nasce per l’esigenza di un popolo di (ri)conquistare la propria indipendenza da ingerenze straniere. Un popolo che vive in uno stato sovrano non ha bisogno di diventare sovranista. Sono ancora troppi coloro che non hanno compreso il vero significato di questo termine o che, pur comprendendolo, lo usano mistificandolo.

    FIORELLA SUSY FOGLI (FSI Ferrara)

    "Mi piace"

  4. Chi vota è pericoloso e per chi, secondo te ? Chi vota ormai non ha più certezza di nulla. Che serve votare quando poi gli eletti non tengono fede ai loro programmi e propositi? Di pericoloso oggi c’è solo il capitalismo che nessuno vuole seriamente contrastare, cosa che sarebbe il minimo da fare in politica.
    L’uno vale uno di Grillo ora si è trasformato in uno vale l’altro e perciò cosa stiamo a discutere su cosa è bene e cosa è male? Noi cittadini siamo delle pedine che vengono mosse da giocatori scaltri e senza vergogna, a seconda dei loro interessi o a seconda di come tira il vento..

    Comunicazione personale di un lettore (Alle prossime elezioni sfonderemo la barriera del 50% degli astenuti)

    "Mi piace"

  5. Che l’alleanza con il PD sia più grave dell’accordo con la Lega è mostrato da (almeno) altri tre fattori:
    –la Lega non controlla l’informazione, il PD sì, anche per l’alleanza con Mediaset, sancita a suo tempo da D’Alema e da Violante e confermata dai successivi capi del Partito;
    –la Lega è coerente con i propri presupposti, che non ha mai nascosto. Il PD è responsabile in Italia della morte (in ordine cronologico): della prospettiva comunista, della sinistra, dei diritti sociali. È un partito di centro che ha abbracciato in pieno l’ideologia e la pratica neoliberista ma che si presenta ancora come erede anche del Partito Comunista Italiano, affermazione evidentemente insensata ma che fa da presupposto di una formula altrettanto risibile quale «governo giallorosso», il ‘rosso’, infatti, non c’è;
    –il PD è abilissimo quando si tratta di conquistare posizioni strategiche; aver regalato a questo partito il commissario europeo (nella persona di Paolo Gentiloni Silveri), cioè un ministro che in ogni caso rimarrà in carica per cinque anni a rappresentare l’Italia nel governo dell’Unione Europea, è solo una prima, grave e significativa tappa del piano inclinato che porterà al declino il M5S. È come per Gertrude, la monaca di Monza: il primo «sì» porta con sé tutti gli altri
    https://www.ariannaeditrice.it/articoli/nati-morti

    "Mi piace"

  6. Conclusione: ha ragione il politologo Roberto D’Alimonte quando dice che questo governo è stato voluto da Beppe Grillo: è lui che ha deciso di mollare Di Maio e puntare su Conte, «utilissimo al Pd», come dice Salini. Di Grillo si può dire tutto (io penso il peggio), ma non che sia stupido: ha capito che il M5s era arrivato ad un punto morto per l’evidente inadeguatezza della sua classe dirigente e, con un colpo di teatro, s’è messo nelle mani dei democratici. Alla morte, ha preferito l’agonia. Da parte loro, quelli del Pd hanno scelto di prolungare la legislatura per non andare a elezioni con un centrodestra che, con questa legge elettorale, avrebbe fatto cappotto. Ma hanno scelto di andare avanti con la “squadra B”, vedi mai che la cosa finisca male. Secondo me, finirà male per il Paese, ma durerà fino all’elezione del nuovo capo dello Stato. E a Matteo Salvini ci penseranno i giudici.
    https://www.ariannaeditrice.it/articoli/il-riciclo-del-pd-e-l-agonia-cinquestelle

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.