Salvini sconfitto

Mentre tutti i riflettori sono puntati sulle trattative per la costituzione di un nuovo governo, PD 5 Stelle, quello che veramente è accaduto dietro il finto palcoscenico della crisi di governo non è stato dichiarato né tanto meno spiegato dai media ufficiali.
Il contesto da considerare è quello di essersi trovata l’Italia nel mezzo di una guerra commerciale fra USA e Cina dove la posizione italiana è quella di un alleato strategico di Washington e della NATO che ospita basi e strutture di primaria importanza per gli USA.
Ricordiamo che l’Italia è stato il primo paese della UE a firmare il memorandum con la Cina e per questo motivo il governo giallo verde è stato attaccato dall’Amministrazione USA. Allo stesso tempo l’Italia è l’unico paese che si oppone al cartello finanziario europeo che fa capo all’asse di Aquisgrana (sottoscritto fra Germania e Francia) che viene considerato antagonista dall’Amministrazione USA.
L’uomo che ha condotto le trattative con l’Amministrazione USA è stato Giorgetti che si era recato negli USA, prima della crisi, per placare il nervosismo americano sulla posizione italiana e rassicurare gli americani.
Qualche cosa non ha funzionato e i 5 Stelle hanno votato per la Ursula von der Leyen alla presidenza della Commissione Europea, il personaggio delle aristocrazie finanziarie gradito alla Merkel ed ai circoli finanziari della Germania che sono in polemica con l’Amministrazione USA.
Questo è stato, come tutto sembra indicare, il motivo scatenante della decisione di Salvini di staccare la spina al governo, probabilmente su input da oltre oceano. Una decisione apparsa quanto meno incauta se non autolesionista.

https://www.controinformazione.info/il-nuovo-governo-giallo-rosso-in-via-di-formazione-si-presentera-come-il-governo-dei-morti-viventi/

5 pensieri su “Salvini sconfitto

  1. Come altri hanno detto, ci troviamo nel “peggiore dei mondi possibili”, ovvero in quel mondo dove si richiede “lealtà ai dominanti”, oltre a rappresentare questo il prevedibile “massacro dei lavoratori, con l’austerità depressiva, a tutela dei gruppi più forti, multinazionali e potentati finanziari.
    In pratica , il nuovo governo tra M5S e Pd, è facile prevedere che consisterà nel governo delle oligarchie finanziarie transnazionali contro gli interessi del popolo, dei produttori, delle piccole e medie imprese, degli artigiani, del ceto medio.
    Tutto questo grazie al tradimento fatto da Conte e Di Maio , con la cinica ostinazione a mantenere la loro poltrona a scapito delle promesse fatte e di qualsiasi impegno di coerenza.
    Il partito del “vaffanculo” passa direttamente a “vendere il culo” a chiunque purchè gli vengano garantite posti e poltrone al Governo e in Parlamento. Il PD ha fatto la migliore offerta e i 5 Stelle hanno accettato con De Maio e soci che hanno trovato mille pretesti per scaricare l’ipotesi di tornare alle urne.
    https://www.controinformazione.info/conte-incassa-il-prezzo-del-tradimento-incarico-da-matterella/

    Mi piace

  2. Ma penso che non ci sia molto da dire, sulla scena mediatica si è accesa la scritta applausi e tranquilli che se anche ci sarà un’altra spending revue, se la quota 100 verrà rimangiata, se la sanità pubblica verrà ancora ridotta e la precarietà aumentata, lo spread sarà sotto controllo e avremo la benevolenza di Santa Ursula da Leyen. Siate felici, in fondo basta pochissimo, basta che c’è sta o sole, che c’è rimasto o mare. Scudarmmoce o passato, perché chi ha avuto continuerà ad avere sempre di più e chi ha dato dovrà dare sempre più.
    https://ilsimplicissimus2.com/2019/08/29/il-mito-del-ministro-competente/

    Mi piace

  3. Per stilare un bilancio corretto di un anno e mezzo di salvinismo, è inoltre giusto ricordare che cos’era l’Italia appena due anni fa, questo strano paese in cui anziani signori con i capelli bianchi erano costretti ad alzarsi alle sei di mattina perché il diktat della trojka aveva abolito quota cento, mentre giovani palestrati provenienti dall’Africa erano ospitati a spese dello Stato in alberghi a tre stelle. E anche pensare a chi fin d’ora gioisce per la sua caduta: la sinistra del monopattino elettrico, con cui si rischia di rompere il femore a un’anziana ma si fa felice Greta, dei centri sociali che fanno le barricate con la mobilia degli altri, dell’etilometro e dei negozi di cannabis, degli psicologi pagati 200 euro l’ora per sottrarre i bambini ai genitori naturali, che si guardano bene dal fare lo stesso con i figli dei rom, dei professionisti della carità e della Caritas che si prendono cura delle sorti dei migranti, ma a pagamento. Per tacere di qualche inossidabile berlusconiano/a, cui le sorti di Forza Italia stanno più a cuore di quelle dell’Italia.
    Sono buoni motivi per rimpiangere Salvini, anche se certi suoi comportamenti possono farlo apparire a qualcuno un barbaro. Ma un barbaro era anche Stilicone, che salvò l’Impero Romano. E, se non l’avessero fatto fuori, nessuno forse avrebbe deposto Romolo Augustolo.
    Di Enrico Nistri
    http://www.barbadillo.it/84544-il-punto-il-governo-sara-pd-m5s-e-i-destro-chic-rimpiangeranno-il-barbaro-salvini/

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.