Balasso a Occhiobello

Venerdì 22 febbraio – ore 21
Teatro Comunale di Occhiobello
Natalino Balasso in
L’IDIOTA DI GALILEA

Di Natalino Balasso
Regia Stefania Felicioli
Musicazione Mario Brunello
Produzione Teatria srl
La breve, ma intensa Stagione del Teatro Comunale di Occhiobello, curata dall’associazione Arkadis con il sostegno del Comune, venerdì 22, alle ore 21, giunge all’ultimo appuntamento, di cui i biglietti sono già esauriti da un paio di mesi. Lo spettacolo, che approfondisce il cuore tematico al centro della programmazione di quest’anno, ovvero il teatro come chiave di lettura originale e originaria della natura umana, vedrà sulla scena Natalino Balasso in L’idiota di Galilea, da lui scritto e interpretato; un testo che parla della condizione di schiavitù (metaforica) che è al centro del Vangelo e dell’Antico Testamento e per la quale l’uomo non vuole cedere le armi. Questo spettacolo offre una riflessione sul sentimento che è all’origine della grande poesia della religione, ossia la paura della morte, che fa creare storie meravigliose e sempre veritiere, anche quando appartengono nelle religioni più antiche o più lontane dalla nostra cultura.
Balasso, attore e autore non solo comico, originario di Porto Tolle, debutta in teatro nel 1990, in televisione nel 1998, al cinema nel 2007 e pubblica libri dal 1993. Dato il successo dei Rusteghi di Carlo Goldoni, realizzato nella stagione 2010-2011, per la regia di Gabriele Vacis e con Eugenio Allegri e Jurij Ferrini, insieme a quest’ultimo l’anno successivo decide di mettere in scena il celebre capolavoro di Samuel Beckett, Aspettando Godot, che consente a entrambi di esprimere al meglio la propria attitudine alla comicità.

L’idiota di Galilea è un monologo che narra le avventure di un Maestro e dei suoi discepoli. Fino a pochi secoli fa la scrittura era prerogativa di una classe ricca e privilegiata. Le sacre scritture potevano essere lette e comprese da un numero irrisorio di persone. Per gli umili non c’era alternativa: dovevano fidarsi, proprio come dovevano fidarsi delle leggi che, si diceva, erano concepite per essere usate in loro difesa. Anche quando arrivò una Buona Novella che parlava di liberazione, subito al racconto tramandato si sostituirono testi scritti e ufficiali. Accadde così che proprio gli ultimi della terra furono in realtà tagliati fuori dalla comprensione di quel messaggio. In questo spettacolo i fatti della Buona Novella sono raccontati da un idiota. Il testo è costruito utilizzando un ampio ventaglio di suggestioni che comprende vangeli gnostici, apocrifi , scritti filosofici dell’ambiente greco-romano e pure invenzioni favolistiche. Protagonista della storia è l’aiutante di un falegname di Palestina. I Dodici gli avevano detto che avrebbe fatto meglio a tenersi a debita distanza da loro e, soprattutto, che doveva smetterla di rivolgere loro quelle stupide assillanti domande. Ma lui era un idiota, non c’era libro che avrebbe potuto distoglierlo dalla sua ostinata incomprensione del mondo. Ed è proprio la sua semplice alterità di personaggio che non ha nulla dell’eroe, né nulla di tragico, che gli fa rendere una testimonianza sorprendente della voce del Maestro, e lo lascia solo di fronte a un’inaspettata e ben scomoda verità possibile, in un presente in cui si sfaldano i confini di spazio e tempo, mentre per gli spettatori la vita finisce per confondersi al teatro.
In caso di forti nevicate, previste per questo fine settimana, si consiglia di chiamare i numeri del teatro per accertarsi di eventuali variazioni di programma.

Per informazioni: 349.8464714 / 0425.766121
info@teatrocomunaleocchiobello.itwww.arkadis.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.