Luca Zarattini a Stellata

Dal 12 marzo al 17 aprile
mostra di Luca Zarattini
presso il Museo Archeologico di Stellata G. Ferraresi
sabato 15.30-18.30

domenica 10.30-12.30 / 15.30/18.30


Pro-tratto

Nel guardarsi allo specchio, ciò che si vede non dice mai tutto della figura riflessa. Dice il qui, dice l’oggi, dice la forma esteriore.
Ma il dentro, il prima e l’altrove vissuto, lo specchio non può dirlo.Chi affronta l’avventura del ritratto ha qualche chance in più, soprattutto
quando sia dipinto, perché con la perdita dei volumi, opera una trasfigurazione del vero.
La realtà concreta che insiste nello spazio e deve farsi largo nell’aria, come corpo fisico, nel passaggio alla bi-dimensione, non ha più necessità di pieni
e vuoti, di scontri e vittorie tra le forme, positive e negative, non ha bisogno di rispondere a regole basate su ciò che è sperimentalmente dimostrabile.
Proprio per questo la pittura del ritratto e della figura offre più appigli significativi a ciò che non è visibile.
Il tempo. Quello che deteriora metalli, che incide la pietra e quando è incisa la leviga, quello che genera nelle materie fioriture di sostanze nelle
sostanze, che oppone reazioni ad azioni scatenanti ed asseconda variabili ai reagenti,che metabolizza assimilando materiali ad altri materiali, oppure evolve in
metamorfiche deviazioni dalle primitive forme, è il tempo. Tempo che amalgama e distingue. Nella pittura tutto si compie in un ridotto spazio, o più ampio,
e si risolve la realtà sulla superficie. Attenzione, è solo apparenza.
Un coperchio zincato di fusto è un medaglione, viene, addiviene, porta. Ecco è un porta-ritratto, con il piccolo bordo rilevato e rossi e bruni sul metallo.
C’è, in questo breve spazio tondo, tutto un mondo, tutto un tempo in divenire: tempo che dilania e ricompone.
Il tempo copre, vela, nasconde e il ritratto tira fuori, trae da un dove misterioso il carattere che si cela, sotto la maschera fisionomica.
[Ritratto - portrait.  Portare fuori – portare oltre - protrarre. Raffigurare.
È una contraffazione, rigorosa. Traduce il moto dell’anima in una fissità
dell’immagine che allude.]
Luca Zarattini rifà ciò che farebbe il tempo che passa e contagia le materie.Anche lui opera una contraffazione, imita il passare del tempo, ma non è
inganno, non offende il senso morale, è anzi esaltazione di verità, nella sua essenza. L’opera è già memoria. Il tempo passa attraverso una clessidra, ma ciò che accade non è sempre uguale a se stesso. Il tempo non passa in modo neutro.Particolarmente sulle tavole e le lastre metalliche, il tempo di Zarattini
affolla un numero straordinario di eventi, con una densità che infrange, accavalla, sovrappone, accelera operazioni e variabili e lo sviluppo delle
cose matura velocissimamente, da maturati accadimenti. Il caso è già previsto, prima che avvenga. E le figure vengono avanti, procedono, portano sempre più vicino,

o più lontano, le proprie sembianze. L’artefice non fa che guidarle. Infine le premia con la decisione: “Ora!”
Quello che pare fermato sulla superficie graffiata, bruciata, tormentata inizia ora il suo cammino.
Pro-trae oltre le brevi parole qui e ora, la propria vita autonoma.
Lucia Boni
Febbraio 2011

0 pensieri su “Luca Zarattini a Stellata

  1. Interessante conferenza quella di ieri a Casa Ariosto, a Stellata, della dr.ssa Chiara Bonfatti su “Come Napoleone fece grandi i suoi musei a spese nostre”, partita dal ritrovamento di un libro del 1798, in cui venivano elencate minuziosamente le opere “acquisite” da Napoleone durante la campagna d’Italia e poi esposte in quello che sarebbe diventato il Louvre.
    Peccato che la già scarsa partecipazione alla cultura non sia certo incoraggiata dal fatto che i locali non erano assolutamente riscaldati per un guasto alla caldaia.
    Oggi alle 15 e 30 è prevista la visita guidata al Museo archeologico, mentre, al piano superiore, prosegue la mostra di Luca Zarattini.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.